New%2520Large%2520Version%2520without%25
New%2520Large%2520Version%2520without%25

Edilizia: 110% e le nuove indicazioni dell'ispettorato contro le irregolarità nei rapporti di lavoro

Con la nota protocollare n. 6023 del 27 agosto, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (Inl) ha fornito nuove istruzioni in materia di controllo edilizio per contrastare tutte le possibili devianze che potrebbero compromettere il corretto svolgimento dei rapporti di lavoro nel settore produttivo.

Questi maggiori controlli sono dovuti non solo ai numerosi ricorsi alle agevolazioni fiscali nel settore edile, come il 110%, ma anche al crescere del numero di infortuni sul lavoro e alle irregolarità nelle forme di prestazioni di lavoro indipendente.

La caratteristica di questa nuova norma va evidenziata nel fatto che i controlli si rivolgeranno soprattutto ad aziende mai ispezionate o a quelle cosiddette “dormienti” che hanno ripreso l’attività in concomitanza del bonus 110%.

L’accertamento ispettivo interesserà le varie forma di tutela fisica, economica, previdenziale e assistenziale: i controlli, quindi, saranno rivolti alle condizioni di salute dei lavoratori, al corretto utilizzo delle norme antiriciclaggio, alla regolarità delle attrezzature da lavoro e alla gestione burocratica dei rapporti di lavoro